Specializzati in tavole originali e illustrazioni

Urania Casa d’Aste presenta la sua 14ª Asta
dedicata alle Tavole originali e Illustrazioni dei grandi maestri del fumetto
insieme all’Asta speciale dedicata al grande maestro veneziano Hugo Pratt

HUGO PRATT

Sfoglia il catalogo speciale dedicato a
Hugo Pratt!

RISULTATI

l lotti invenduti della 14ª Asta sono disponibili alla base d’asta + 17% fino al 04/12/2020

CATALOGO 14ª ASTA

Sfoglia il nostro nuovo catalogo generale e scopri i 517 lotti che verranno battuti il 21 Novembre!

VI ASPETTIAMO!!!

In occasione della sua 14ª vendita all’incanto Urania Casa d’Aste ha selezionato opere dei più importanti autori internazionali dall’inizio del ‘900 ad oggi.
Grandi artisti come Manara, Buscema, Jacovitti, Barks, e Crepax saranno i protagonisti di un catalogo generale che vanta 517 lotti di sole opere originali, spaziando dal fumetto d’autore alle strisce sindacate, dalle pagine Disney fino alle illustrazioni di inizio ‘900.

In questa occasione Urania è orgogliosa di presentare un catalogo monografico dedicato a Hugo Pratt.
Attraverso la messa all’incanto di 25 tavole originali del maestro di Malamocco, ripercorreremo l’epopea vissuta da Pratt nei primi anni della sua carriera tra l’esperienza in Argentina e il ritorno in patria.
Le tavole del Sergente Kirk, Ernie Pike, L’Ombra e Billy James ci faranno riscoprire un periodo d’oro nella produzione del genio veneziano.

Tutte le opere saranno battute sabato 21 Novembre in un’unica tornata d’asta dalle ore 14:00.

INFORMAZIONI UTILI

Data:
Sabato 21 Novembre ore 14:00

Sede d’asta:
A seguito dell’emergenza COVID-19
l’asta si terrà a porte chiuse,
assicurando ai nostri clienti la possibilità
di partecipare da remoto tramite
offerte scritte, telefoniche e via internet.

Esposizione:
Per visionare i lotti vi invitiamo a contattarci
tramite e-mail o telefono

Un catalogo per tutti i gusti

Hugo prima di Corto: gli anni tra historieta e fumetto

«Immaginate di aver sognato l’America per cinque anni. Non un posto preciso dell’America, a nord, a sud o al centro. No. Avete sognato l’America come un nome, una situazione, una droga, un rinvio, una dilatazione, un’evasione, un inizio, un eldorado, un’avventura o una fuga. Immaginate di esservi arrampicati su tante navi e di essere stati calati dalle murate a mollo altrettante volte. E un giorno vi trovate sulla nave con il biglietto e tutto, e i bagagli e una fidanzata che saluta sul molo, con l’odiata-amata Italia che si allontana; con l’orizzonte che precipita a poppa mentre la prua della nave ondata dopo ondata apre per voi le porte del mondo. E avete poco più di vent’anni. Sulla terra che dopo aver sollevato uno scenario di montagne sprofonda nel mare, voi lasciate il vostro passato che è l’inestricabile matassa di coincidenze che vi inserisce in quel futuro indistinto che è in un altro posto. Mi sentivo ubicato fuori dal tempo. Se il presente è un’astrazione mentale per distinguere il passato dal futuro, io a mezz’aria per l’emozione come un gabbiano sospeso immobile nel cielo sentii il ritmo della vita. Ero in viaggio per l’Argentina, […] biglietto pagato e contratto di lavoro con l’Editorial Abril. »

(Hugo Pratt, Le Pulci Penetranti, Alfieri, 1971)

«Per tutta la mia infanzia e la mia prima gioventù sono vissuto immerso in un universo esotico e affascinante. Da questo universo attingo costantemente storie ed elementi d’ispirazione per il mio lavoro e, nonostante sia consapevole che quell’universo oggi non esiste più, continua a vivere la mia voglia di riscattarlo e di plasmarlo in migliaia di modi diversi, purché nella forma, essenzialmente unica, dell’avventura grafica che credo rimanga il mezzo di comunicazione più moderno e profondo in assoluto per comunicare messaggi del genere. »

(estratto da un’intervista a Hugo Pratt di Joan Benavent – 1979)

X